Cura dell'asma e malattie respiratorie

L'asma nel bambino 

Cosa è l'asma

L’asma è la malattia respiratoria più frequente e colpisce circa 300 milioni di persone al mondo: basti pensare che circa il 10% dei bambini sono affetti da asma. I sintomi dell’asma sono: tosse, respiro sibilante o wheezing, difficoltà a respirare e costrizione toracica. Non sempre sono presenti tutti i sintomi, generalmente peggiorando di notte o al risveglio. I principali fattori scatenanti l’asma sono le infezioni virali, gli allergeni indoor (es. acari, epiteli animali) o outdoor (es. pollini, muffe), il fumo di tabacco e l’esercizio fisico.

Diagnosi dell'asma nel bambino

Nel bambino in età prescolare la diagnosi di asma è difficile perché la malattia si presenta in modo meno caratteristico con episodi ricorrenti di wheezing e di tosse spesso scatenati da infezioni respiratorie o da allergeni. La diagnosi è meno agevole anche per la difficoltà a praticare la spirometria. E' importante "controllare" per migliorare la qualità della vita del bambino (il gioco, lo sport, la scuola, il sonno notturno) evitando le ricadute. Per ottenere il “controllo” dell’asma è necessaria una corretta informazione ai genitori e al bambino su cosa è l’asma e come si cura, stabilendo una collaborazione; l’identificazione e l’eliminazione dei fattori scatenanti (allergeni, fumo di tabacco, infezioni) e la corretta terapia, monitorando il bambino con visite di controllo ogni 3 mesi. Utile praticare i prick test per evidenziare eventuali allergie e la spirometria nel bambino collaborante.
bambino con la mascherina dell'Aereosol
Un bambino che si soffia il naso

Le infezioni respiratorie nei bambini 

Le infezioni respiratorie sono frequenti nel bambino perché  esiste una fisiologica immaturità, sia dal punto di vista anatomico che immunologicoche, predispone il bambino alle infezioni respiratorie. Queste caratteristiche possono causare nel bambino le “infezioni respiratorie ricorrenti” (IRR). Il bambino che soffre di IRR è un problema frequente, è stato calcolato che nei paesi occidentali, più del 25% dei bambini entro il primo anno di vita e il 18% di quelli con età compresa fra 1 e 4 anni sono affetti da IRR. Sono generalmente infezioni virali; i principali virus coinvolti sono il rhinovirus, il virus respiratorio sinciziale (VRS), gli adenovirus, i virus influenzali e parainfluenzali. Tuttavia talvolta queste infezioni virali complicano in una sovra-infezione batterica causando bronchiti e polmoniti. 


Share by: